dormire in convento all'Hotel Antico Convento San Francesco di Bagnacavallo in Bassa Romagna il chiostro settecentesco dell'Antico Convento San Francesco

Dormire in convento per scoprire la Romagna autentica: Hotel Antico Convento San Francesco, a Bagnacavallo

Reading Time: 8 minutes

Perché scegliere di dormire in convento? Lascia la domanda sospesa, non darti ovvie risposte come “ritrovare sè stessi, immergersi nella meditazione” o altro. In questo articolo ti propongo l’Hotel Antico Convento di San Francesco a Bagnacavallo, credimi, un’esperienza UNICA. Alla fine dell’articolo ne riparliamo. Adesso lasciamoci guidare dalle impressioni di una travel blogger che, per la prima volta si confronta col ricco (e poco narrato) territorio di Bassa Romagna.

Clicca su Play per il minivideo sull’Hotel Antico Convento San Francesco; uno dei monasteri che ospitano turisti e viaggiatori più belli di sempre

Cronache di un viaggio Glocal in bassa Romagna

Sabrina Barbante, travel blogger e mia consulente di blogging mi dice: “Elena voglio venire a vedere la bassa Romagna che tanto racconti”. E’ Marzo 2021; i confini ci si sono chiusi addosso, come un abito di sartoria. Tra tutte le mete che la nostra ricca nazione offre, la brava e capace Sabrina seleziona la Bassa Romagna. Così nasce un minitour di 2 giorni articolato tra

L’analisi complessiva della Bassa Romagna di Sabrina Barbante

Ho chiesto a Sabrina quale sia la sua valutazione complessiva, sia come turista che come comunicatrice del settore turistico. Ecco quello che Sabrina Barbante pensa della Bassa Romagna:

“Quello che della Bassa Romagna può e deve, a mio avviso, diventare il cavallo di battaglia dell’attrattiva turistica è la sua antropologia local.
Me l’hai insegnata tu, Elena, nelle tue storie di Instagram, sul blog, e da quando sei venuta a prendermi in stazione: la moda vintage che fa scuola in Italia e nel mondo e l’artigianato basato sul recupero e restauro conservativo hanno radici nella storia moderna interessantissime.

La Bassa Romagna può diventare un polo di attrazione civico-turistico, parallelamente al territoriale e culturale.

(E poi, vogliamo parlare della bellezza dei granai? E della fioritura primaverile romagnola? Una garanzia!) “

Antico Convento San Francesco: dormire in convento sospesi tra arte, sogno e storia

Conosci Bagnacavallo? Bellissimo borgo medioevale posto a pochi kilometri tra la città dei mosaici di Ravenna e la collina, si innesta in una rete di comuni che è denominata unione dei comuni della Bassa Romagna. In questo articolo puoi scoprire la Bagnacavallo romantica, in un percorso ideale per un weekend a Bagnacavallo. 

Quando annuncio l’arrivo imminente di Sabrina, è Paolo a contattarmi:

Venite a Bagnacavallo? Sarete nostre ospiti all’ Antico convento di San Francesco ed avrete l’opportunità di dormire in convento ed al contempo fare l’esperienza di un hotel di design, emozionale e di farvi circondare da una storia secolare e ricchissima. 

Paolo, dell’Antico Convento San Francesco a Bagnacavallo

Paolo è un architetto dai gusti raffinati e legati al territorio. Assieme a Fulvia, marketer appassionata come Paolo di storia e saper fare, ha dato vita al progetto di accoglienza Hotel Antico Convento di San Francesco a Bagnacavallo. Attraverso un importante lavoro di elaborazione del patrimonio artistico, architettonico e culturale del convento, infatti, Paolo e Fulvia non hanno semplicemente trasformato un luogo di culto in un hotel. Tra i conventi e monasteri che ospitano turisti e viandanti, l’Antico convento San Francesco si distingue per l’esperienza di visita che permette di fare.

Chi giunga all’antico convento San Francesco non prova la semplice emozione di dormire in monastero. Si immerge in una esperienza sensoriale ed esperienziale unica. Lo si percepisce sin dall’ingresso, decorato da una bellissima cinquecento d’epoca e gioiose stampe artistiche a farne da sfondo che già introduce alcuni dei temi cari a questo hotel: il gioco, la storia, l’elaborazione artistica.

Hotel tour

dormire in convento una delle camere confort dell'antico convento di San Francesco a Bagnacavallo in Bassa Romagna la camera è ispirata e dedicata al febbrifugo ippocastano uno dei monasteri che ospitano turisti più bello che abbia mai visitato
La camera “febbrifugo Ippocastano” dedicata al territorio della Bassa Romagna

Sono tanti i monasteri che ospitano visitatori in Italia, lo sappiamo. Ma quando si scelga dove dormire a Bagnacavallo e si decida di dormire nell’Antico Convento San Francesco, in realtà si sceglie di fare un’esperienza unica. Sia che si viaggi soli, magari per lavoro, in coppia o con la famiglia, l’esperienza del dormire in monastero sarà una parte delle esperienze che questo progetto di accoglienza innovativo offre. Vediamo nel dettaglio.

Monasteri che ospitano: il chiostro ed il refettorio dell’Antico Convento San Francesco 

il chiostro settecentesco dell'hotel Antico Convento San Francesco di Bagnacavallo in Bassa Romagna è decorato con mobili e suppellettili in blue Klein per ispirare alla meditazione
Blue Klein, la firma che connota il bellissimo chiostro settecentesco dell’Hotel Antico Convento San Francesco

Dall’ingresso si accede al meraviglioso chiostro settecentesco, recuperato in tutta la sua bellezza. E’ arredato con sedie e tavoli di arte povera contadina così come oggetti di antica origine (ferri per i passatelli, lampade ad olio etc). Tutte le suppellettili sono dipinte in un magnifico blue Klein. Il risultato è un serafico ambiente che ispira alla meditazione ma anche alla gioia ed alla curiosità. Tra tutti i monasteri che ospitano turisti e viaggiatori, credimi, non c’è nulla che arrivi al livello di esperienza partecipata dell’ Antico convento San Francesco. Esperienza di atmosfera conventuale che si mescola al momento artistico, meditativo, finanche ludico (ma sto anticipando i tempi, argh…).

refettorio settecentesco che è presente nell'hotel Antico Convento San Francesco di Bagnacavallo in Bassa Romagna in cui si fa l'esperienza di dormire in convento
Il refettorio dell’Antico Convento San Francesco, un prezioso tassello di storia che rende la permanenza nell’hotel magica ed indimenticabile

Dal chiostro, Paolo ci accompagna al meraviglioso Refettorio. I clienti dell’hotel possono ammirare i pavimenti e gli arredamenti lignei originali ed il sontuoso apparato decorativo (del 1775). 

Prosegue il viaggio per i monasteri che ospitano: le camere confort e le stanze multiple

questa camera dell' Hotel Antico Convento San Francesco di Bagnacavallo si chiama Vitis 1753 ed è interamente ispirata al processo di vinificazione dormire in convento in un modo completamente alternativo in Bassa Romagna
La camera confort Vitis 1753 in cui ogni complemento d’arredo e dettaglio si rifà alle viti ed al mondo del vino e della cantina

L’Hotel Antico Convento San Francesco offre ben 8 camere confort di grande design, ispirate alla storia ed alla natura del luogo (melo cotogno, candida rosa, erbe palustri sono solo alcune). Paolo e Fulvia hanno creato un macro-micro mondo in ciascuna delle stanze.

Dormire in convento, all’ Hotel Antico Convento di San Francesco, significa fare un’esperienza diversa in ciascuna stanza. Un esempio la bellissima stanza Melo Cotogno. E’ questo un frutto dimenticato, in molte zone d’Italia, ma nel ravennate mantenuto nella memoria collettiva e nei giardini ed orti degli abitanti. La stanza si ispira al giardino, come il giardino dei semplici di Bagnacavallo stessa, creando l’illusione di dormire in un piacevole dehor.  Le lanterne, la fioriera, il pozzo, un albero appendi abiti e i colori stessi delle pareti, realizzati in calce naturale, creano un’atmosfera che annulla la divisione tra l’interno e l’esterno. Anche solo entrare nella stanza è già un sogno, dormirci è una vera esperienza. 

Dormire in convento, storicamente, ha anche significato dare riparo a gruppi di persone, di viandanti. Monasteri che ospitano: per secoli è stata la soluzione per gruppi di pellegrini, viandanti, alla ricerca di un rifugio sicuro, dignitoso ed accogliente. Ed è proprio a questo concetto che si ispirano le 11 stanze multiple dotate di letti a castello, perfette per gruppi e famiglie. Paolo ci accompagna per la struttura spiegandoci come sia riuscito nell’intento di creare un hotel con servizi comfort pur mantenendo inalterato il fascino della millenaria storia di accoglienza conventuale che stilla da ogni pietra, muro, colonna della struttura.

Camera multipla dell'Hotel Antico Convento San Francesco di Bagnacavallo dormire in convento in Bassa Romagna la Bassa Romagna autentica
Una delle magnifiche camere multiple perfette per famiglie e compagnie

Il cuore antico del convento: una visita storico/architettonica in hotel

Non tutta la struttura conventuale è stata trasformata in hotel. Un’ala superiore del convento è stata lasciata completamente allo stato originale. Il visitatore, quindi, che scelga l’Hotel Antico Convento San Francesco non solo sceglie di di dormire in convento ma anche di esplorare un contesto storico ed architettonico incredibile. Chiedete a Paolo di accompagnarvi, vi immergerete in un’atmosfera rarefatta con magnifiche volte a crociera ed incredibili colonnati che trasudano storia cultura e bellezza antiche.

Dormire in convento giocare e vivere avventure: le due escape room dell’Hotel Antico Convento San Francesco

l'hotel Antico Convento San Francesco di Bagnacavallo in Bassa Romagna ha due escape room quindi non è solo l'emozione di dormire in convento ma anche quella di mettersi in gioco
l’hotel Antico Convento San Francesco di Bagnacavallo in Bassa Romagna ha due escape room quindi non è solo l’emozione di dormire in convento ma anche quella di mettersi in gioco

La Romagna è terra di cultura, arte, accoglienza, storia. Ma è anche leggerezza, divertimento, fuga godereccia. Il romagnolo si sa, ama i giochi di arguzia, ha l’animo sagace ed a volte salace. Questo lato giocoso, sognatore e ficcante che rende unico il territorio e che tanto connota la bassa Romagna è stato colto in modo sopraffino da Paolo e Fulvia.

L’Hotel Antico convento San Francesco ospita infatti due escape room, una per giocatori più grandi ed una per i più piccoli (sempre graditi) ospiti della struttura.

  • Il gioco per gli adulti si ispira ai tempi bui delle invasioni napoleoniche, che tanti cambiamenti e sconquassi portarono in questa zona di Romagna ed a Bagnacavallo stessa. Fatti e nomi si ispirano ad antiche vere vicende (La madonna fiamminga di Gerusalemme che rese famoso il convento è l’oggetto del desiderio del gioco, ad esempio) e portano i giocatori in un’avventura immersiva assolutamente da provare.
  • L’avventura dei bimbi più piccoli è una vero regalo, credetemi. Un momento di coccola e divertimento insieme, il gioco infatti li stimola ad elaborare la difficile situazione che si è venuta a creare con le restrizioni legate alla pandemia. Il gioco, infatti, si basa sul dovere riportare i sogni portati via da un grigio cattivo che vuole trasformare il mondo in una landa triste e desolata. I bambini, tramite giochi ed enigmi, dovranno riportare i sogni, i colori e la gioia al mondo.

Essere ospiti o parte creativa? L’Hotel Antico Convento San Francesco è un progetto partecipato e partecipativo

Viaggiatrice attiva e partecipativa, l'hotel Antico Convento San Francesco di Bagnacavallo offre una vera esperienza partecipativa ai viaggiatori che lo scelgono come parte attiva di un progetto territoriale di grande visionarietà
L’hotel Antico Convento San Francesco di Bagnacavallo offre una vera esperienza partecipativa ai viaggiatori che lo scelgono come parte attiva di un progetto territoriale di grande visionarietà

Sabrina, a Bagnacavallo abbiamo rivisto il nostro concetto di monasteri che ospitano. Abbiamo passeggiato per lo splendido chiostro del 1700 decorato con oggetti della tradizione dipinti di blu Klein, ci siamo immedesimate in racconti di storia antica così come moderna, siamo state accompagnate alla scoperta di un territorio come parti attive. Io ho avuto subito la percezione di un momento di co-creazione, di partecipazione vera. Dimmi le tue impressioni:

“Esatto Elena, Non è solo l’accoglienza, ciò che si sente qui. Quello che si sente nel convento di San Francesco è la sensazione di essere parte di un progetto. Ti rendi conto del passaggio concettuale che c’è tra “essere ospiti di una struttura” e “essere parte di un progetto territoriale”?
Per un viaggiatore è una cosa fortissima. È quello che il VIAGGIATORE vuole sentire.  

Dietro ad ogni stanza o a ogni spazio comune c’è un concetto che fa parte di un progetto complessivo, come se una singola struttura ricettiva volesse a comunicare tutti i tratti distintivi di un territorio. E, di fatto, ci riesce.”

La Bassa Romagna, attraverso realtà innovative come l’Antico Convento San Francesco, è già un modello di comunicazione turistica alternativa; deve solo dare voce e assertività a questa narrazione (e i progetti come Piadina Story sono un importante megafono).

Sabrina barbante, travel blogger e blogging coach

Ed il Mega spolierone:

Spoiler Alert Piadina Story

Poi Sabrina prosegue, la blogging coach prende il sopravvento ed aggiunge “Che dici… lo diciamo pubblicamente o no che qui ci vorremmo organizzare un raduno formativo per blogger, perché il posto è adattissimo a raduni che uniscano studio, approfondimento e momento di team building, condivisione e divertimento?
Ma sì, dai, diamo questa news progettuale in anteprima
.” Eh niente, diciamolo…

...Signori e Signore Mein Damen und Heren: stay tuned

Cosa vedere a Bagnacavallo: storia medioevale, conventi, pievi, mosaici, Mirabilandia – la Bassa Romagna che coinvolge e diverte 

Dormire in un convento ai margini della Romagna delle spiagge, di Mirabilandia, delle escursioni selvagge nel delta del Po è il raccordo perfetto per avvicinarsi alla Romagna lenta dei borghi medioevali, del recupero e mantenimento delle tradizioni. Questa parte di Romagna, che è anche quella meno nota, è una parte importante per la ripartenza post pandemia. Perché consente un turismo tranquillo, esperienziale ed immersivo ed al contempo lontano dall’approccio bulimico ed ossessivo che molto turismo costiero negli ultimi anni ha promosso. Qui di seguito ti metto alcuni punti di interesse che possono essere facilmente raggiunti se scegli di dormire a Bagnacavallo, con i link e le distanze.

Intanto clicca su questo link, è una mappa che ti fornisce alcune informazioni di base sulle mete da raggiungere da Bagnacavallo che sono. Cosa vedere e dove andare nei dintorni di Bagnacavallo

Per approfondire:

  • Puoi provare la meravigliosa esperienza di dormire in convento presso l’ Hotel Antico Convento San Francesco da Maggio ad Ottobre. Per informazioni (sono gentilissimi) prenotazioni ed altro ecco i riferimenti: pagina web, pagina Instagram e pagina Facebook.
  • Anche tu sei vittima del fascino di Sabrina Barbante? Il suo blog è (of course, che te lo dico a fa’) bellissimo in cui racconta dei suoi viaggi come travel blogger e dispensa utilissimi consigli come blogger coach! Clicca qui e fatti trasportare da Sabrina attraverso viaggi, racconti di vita digitale e autodeterminazione!
  • Eccoti il link per approfondire cosa vedere a Bagnacavallo, mentre qui puoi approfondire cosa fare e cosa vedere a Ravenna
  • Cerchi dove mangiare a Bagnacavallo? Eccoti il link
  • Ecco il link del comune d Bagnacavallo

Articolo creato 48

17 commenti su “Dormire in convento per scoprire la Romagna autentica: Hotel Antico Convento San Francesco, a Bagnacavallo

  1. Ma deve essere veramente un’esperienza unica dormire in un convento !!! Mi incuriosisce tantissimo la stanza Melo Cotogno….ci farò sicuramente un pensierino per un prossimo weekend in Romagna 😉

  2. Al raduno mi piacerebbe parteciparvi, questo convento è spettacolare! Aggiornarci per quando sarà il raduno che così magari ci conosciamo dal vivo, sarebbe fantastico.

  3. Quindi, quand’è il raduno??
    Tienici aggiornati, che l’idea è fantastica e con l’occasione vorrei proprio respirare questa Romagna che ormai identifico con il tuo blog!
    Ah, la camera confort Vitis 1753 la prendo io, obviously!

  4. Ho letto con piacere il tuo articolo, davvero molto dettagliato. Grazie mille per i tuoi consigli, un giorno mi piacerebbe visitare questo posto.

  5. Non credevo che si potesse soggiornare in un luogo così sinceramente. Deve essere un’esperienza diversa da quella a cui si è abituati e che secondo me ti trasporta in un mondo spirituale, un viaggio che può far bene in questo senso. Bene a spersi. – Paolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto