Riapertura musei in Romagna: guida utile ai luoghi d’arte nei dintorni di Ravenna – Aggiornamento al 26 Aprile 2021

Reading Time: 5 minutes

Riapertura musei in Romagna: come e dove riaprono i luoghi d’arte in particolare nella zona della Bassa Romagna? Il decreto legge approvato il 21 Aprile 2021, dal Consiglio dei Ministri, definisce le riaperture dei luoghi della cultura e dello spettacolo. Dal 26 aprile riaprono i musei nelle zone gialle. Ecco riassunte le informazioni utili riguardo alla proposta locale.

Noi siamo felici, i musei lo sono di più!

targa su porta con scritto MUSEUM. Musei aperti in Emilia Romagna

Per scrivere quest’articolo nessun operatore museale è stato torturato….noo, scherzavo! Dicevo: per scrivere questo articolo ho contattato personalmente i musei della zona. Ho ricevuto risposte tempestive, entusiaste e spesso dettagliate. E’ stato piacevole leggere tanto calore per le riaperture! La riapertura dei musei in Romagna è una splendida notizia per tutti noi, che abbiamo bisogno di bellezza, radici ed arte per tornare a sognare e progettare. E’ anche una splendida notizia per tutti gli operatori!

Tornerò a riaggiornare questo post man mano che avrò info e dettagli maggiori ed ulteriori. Ti consiglio di salvartelo, per accedere velocemente alle informazioni ogni qualvolta sentirai il bisogno di bellezza, arte o storia!

La proposta museale della bassa Romagna

mostre in Romagna musei della bassa Romagna insegna del museo musicale più bello d'Italia Casa Rossini Lugo

Visitare i dintorni di Ravenna, ovvero muoversi nel territorio della bassa Romagna, significa avere accesso a molte opportunità museali. In quest’ articolo trovi orari, informazioni e dati utili che ho reperito per fruire al meglio della principale proposta museale della bassa Romagna.

I musei a Lugo di Romagna

Museo di Francesco Baracca

Ingresso del Museo Francesco Baracca di Lugo di Romagna, in via Baracca
Ingresso del Museo Francesco Baracca di Lugo di Romagna, casa natale dell’Asso degli Assi

Assolutamente una perla sia per tutti coloro che subiscano il fascino del maggiore Francesco Baracca e delle sue imprese sia per tutti quanti amino la storia moderna. Il Museo di Baracca è una tappa del bellissimo percorso che puoi regalarti, a Lugo, per scoprire la storia dell’Asso degli Assi Francesco Baracca, vieni a leggere il post!

  • Apertura dal martedì al venerdì: 10-12 e 16-18
  • Nelle giornate di sabato e domenica, la prenotazione è obbligatoria. Si prega di rivolgersi al 338/2400525 entro le 12:30 del giorno precedente (max 20 persone per gruppo).
  • link diretti a profilo Instagram; pagina Facebook; sito

Museo Casa Rossini

mostre in Romagna musei della bassa Romagna Museo Casa Rossini Lugo foto collage della targa d'ingresso e della stanza della mappa, con le campane di vetro che racchiudono le arie rossiniane

Uno scrigno di enorme valore. Quattro stanze, quattro sguardi poetici su Gioachino Rossini che lasciano il mito per cercare e trovare l’uomo. Un allestimento emozionante! il Museo Casa Rossini, a Lugo, è il più bel museo musicale d’Italia! Vieni a leggere il post e scopri la meraviglia di questo vero e proprio gioiello!

  • Giorni ed orari di apertura: venerdì 16-18; Sabato e domenica: 10-12; 16-18
  • Nelle giornate di sabato e domenica, la prenotazione è obbligatoria. Si prega di rivolgersi al 0545/38466 entro le 12:30 del venerdì precedente
  • Link diretti a profilo Instagram; pagina Facebook; sito (nuovissimo e veramente ben fatto, un viaggio aggiuntivo al percorso “live”)

Bagnacavallo

Museo Civico delle Cappuccine

mostre in Romagna musei della bassa Romagna una sala della collezione di arte Antica del museo Civico delle Cappuccine assolutamente da visitare se si programma un weekend a Bagnacavallo

Una perla di rarissima bellezza. Un tragitto che scorre il tempo e percorre le geografie tenendo l’arte come paradigma assoluto. Il calendario mostre è sempre di grande statura ed ha saputo portare eventi d’arte di grande rilievo.

Riapertura musei in Romagna locandina Centenario di Giulio Ruffini: assolutamente da vedere “L’epica popolare e l’inganno della modernità 1950-1967- in mostra a Bagnacavallo

La bellissia mostra “Giulio Ruffini. L’epica popolare e l’inganno della modernità (1950-1967) è prorogata fino al 04/07/2021.

La mostra è il primo di una serie di appuntamenti espositivi che si svolgeranno nel corso dell’anno in diverse città della regione Emilia Romagna per celebrare il centenario della nascita dell’artista Giulio Ruffini. Il percorso è composto da oltre 70 opere provenienti da più di 30 collezioni diverse. Solo questi due numeri ci danno l’indicazione dell’importante lavoro di ricerca umana ed artistica che ha connotato il lavoro dell’artista bagnacavallese.

Sentiamo forte l’esigenza delle persone di andare ad arricchirsi nei luoghi di cultura.

Diego Galizzi – Curatore della mostra e direttore del museo civico delle Cappuccine
  • Giorni ed orari di apertura: lunedì e post-festivi > chiuso

martedì > – / 15.00-18.00

mercoledì > – / 15.00-18.00

giovedì > 10.00-12.00 / 15.00-18.00

venerdì > 10.00-12.00 / 15.00-19.00

sabato > 10.00-12.00 / 15.00-19.00

domenica > 10.00-12.00 / 15.00-19.00

  • Come vedi in questa fase di riapertura è stata prestata massima attenzione anche a coloro che sono impegnati durante il giorno, programmando chiusure tardive e, per il giovedì, in tarda serata.
  • link diretti a profilo Instagram; pagina Facebook; sito

Ecomuseo delle Erbe Palustri

mostre in Romagna musei della bassa Romagna Una giovane donna fotografata di spalle mentre osserva un quadro

L’ecomuseo è, se non unico nel suo genere, caratterizzato da un grado elevato di straordinarietà. L’attività museale non si è mai, del tutto fermata, considerato che si sono tenute anche attività online.

Cotignola

Museo Luigi Varoli

mostre in Romagna musei della bassa Romagna una foto in bianco e nero con un corridoio museale ed osservatori
  • Dal lunedì al venerdì 8.30-12.30; venerdì 16.30-18.30; sabato e domenica: 10-12 e 15.30-18.30 (nel fine settimana la visita è consentita solo su prenotazione da effettuarsi almeno un giorno prima)
  • Info e prenotazioni: 0545 908879 Cell. 320 4364316
  • Link diretti a profilo Instagram; pagina Facebook; sito

Fusignano

Museo San Rocco

mostre in Romagna musei della bassa Romagna riapertura musei in Romagna: un giovane uomo con la barba fotografa dei mezzi busti antichi

Con la riapertura dei musei in Romagna, potremo tornare ad ammirare la mostra permanente “Il tempo e lo spirito”, un viaggio attraverso la storia di Fusignano, e la collezione oltre 150 targhe devozionali. A partire dal 15 Maggio, fino al 27 Giugno 2021, sarà visitabile la mostra “Musei chiusi“. Raccoglierà tutti i progetti che hanno animato il museo durante il lock-down appena superato. Inutile dire che andrò a visitarla!

  • Accesso su prenotazione. Per prenotare un appuntamento, contattare l’Urp al numero 0545 955668, oppure urp@comune.fusignano.ra.it.
  • link diretti a profilo Instagram; pagina Facebook; sito

Museo dell’aviazione dei Romagna air Finders

Un museo unico, perché uniche sono le persone che lo hanno creato! Gli Air Finders cercano le tracce di aerei crollati durante le guerre, sul nostro territorio, col fermo obiettivo di dare degna sepoltura ai piloti. Fino ad ora, dopo oltre 23 anni di ricerche e recuperi, gli air finders hanno recuperato ben 42 aerei e reso ai propri cari i resti di 14 piloti. Ho scritto un articolo, vieni a leggerlo!

  • Il museo sarà aperto tutte le prime 2 domeniche di ogni mese e, previa telefonata, sono disponibili per concordare una visita guidata anche di sabato.
  • link diretti a ; pagina Facebook; sito

Alfonsine

Museo della battaglia sul Senio

dadi in fila che riportano la scritta NEW NORMAL

Nato e strutturato con una vocazione prevalentemente didattica, secondo me è uno dei musei più importanti per tutte le generazioni, a prescindere dagli interessi personali. La rappresentazione della presenza distruttiva del fronte della seconda guerra mondiale passa attraverso le principali fonti iconografiche: le fotografie prodotte degli eserciti, i filmati, le registrazioni sonore dell’epoca, i materiali di propaganda e soprattutto la cartografia storica e didattica.

  • Il museo sarà aperto lunedì, mercoledì e venerdì: ore 9 -12 e 15 -18; martedì, giovedì e sabato: ore 9 – 12; domenica su richiesta
  • Per prenotare la vostra visita o avere informazioni potete telefonare al numero 0544 866618 dal lunedì al sabato dalle 9 alle 12 oppure inviare una email all’indirizzo museodelsenio@gmail.com
  • link diretti a pagina Facebook; sito

Casa Monti

fotografia di un polveroso libro antico, aperto, cui sono appoggiati sopra antichi occhiali da vista

Il museo ha sede in una casa rurale del Settecento in cui nella seconda metà del ‘700, nacque il poeta Vincenzo Monti. Il Centro è una struttura aperta, colta a diffondere attenzione e sensibilità verso la tutela ambientale.

Bagnara

Museo del Castello

giovane donna fotografata di spalle mentre fotografa col cellulare un quadro. Musei aperti in Emilia Romagna

Splendida rocca sforzesca, il Castello di Bagnara,  è assolutamente da visitare.

  • Dal Martedi al Venerdì: 10-13. Accesso solo su appuntamento, prenotando con 48 h di anticipo (entro le ore 18.00 di 2 giorni prima). Sabato, domenica e festivi: 10-13 e 15-18. Accesso solo su appuntamento, prenotando con 24 h di anticipo (entro le ore 18.00 del giorno prima).
  • Per prenotare chiamare il numero 0545 905540 (in caso non di non risposta si è pregati di lasciare un messaggio in segreteria indicando il proprio nome e recapito telefonico).
  • link diretto al sito

La riapertura dei musei in Romagna ci permette di tornare a scegliere cosa vedere a Ravenna e dintorni in termini di proposte artistiche e luoghi d’arte.

Per approfondire

Articolo creato 43

22 commenti su “Riapertura musei in Romagna: guida utile ai luoghi d’arte nei dintorni di Ravenna – Aggiornamento al 26 Aprile 2021

  1. Ciao, hai fatto bene a scrivere un articolo così dettagliato, con tutte le info necessarie. E se riesci a tenerlo aggiornato ancora meglio. Bisogna assolutamente stare sul pezzo, gioire delle ‘conquiste’ stando in allerta, sempre e comunque. Parlo in generale, anche rispetto il virus e le misure di sicurezza, quindi via lo spirito rinunciatario e focus sui legittimi obiettivi!

    1. Quanto hai ragione, Daiana. Ieri io e mio figlio Pietro siamo stati al museo di Baracca. Grande cautela ed attenzione ma anche tanta voglia di riappropriarci della nostra bellissima storia. Si, è mia intenzione aggiornare l’articolo sempre. Credo sia importante

  2. Riaprono finalmente mostre e musei ma non si capisce come organizzarsi, ne ho segnati alcuni super interessanti che mi piacerebbe visitare ma attendo notizie certe per potervi eventualmente spostarmi.

    1. Già, stanno cercando di fare il meglio possibile, tutti quanti, ma le difficoltà oggettive ci sino. Io, nel mio piccolo, ho voluto dare una mano per potere promuovere un’informazione un poco integrata, a sostegno di tutti colori che vogliono tornare a fruire dei luoghi d’arte!

  3. Finalmente i musei riaprono e spero che questi luoghi di cultura rimangano aperti ancora a lungo e non si ritorni alla chiusura nuovamente. Quelli che vorrei visitare prima sono Casa Rossini, Casa Monti ed il museo del Castello di Bagnara.

  4. Qui siamo ancora in zona rossa, quindi di riaperture non se ne parla. Spero che la situazione migliori come da voi così i musei potranno riaprire anche qui.

    1. Lo spero veramente tanto. Siamo stati anche noi in zona rossa ed ammetto che il senso di oppressione che la cosa mi ha lasciato è stato veramente difficile da gestire! Ora noi siamo in gialla, ma spwero che tutti quanti adottiamo comportamenti responsabili per evitare di contribuire ad un peggioramento dei contagi

  5. I museo riaprono, l’Italia ringrazia, il turismo ringrazia, le città ringraziano, la cultura ringrazia, perchè solo attraverso la diffusione della bellezza sarà possibile forse salvarci, da quest’onda di negatività che purtroppo dall’anno scorso ci pervade, in questo periodo l’uomo ha potuto dare il meglio e il peggio di se, a tratti solo il peggio abbiamo e stiamo assistenza ad un grido d’aiuto, che ci chiede in qualche modo a noi di essere i fautori di questo cambiamento, storico e sociale. Dobbiamo tornare nei musei e soprattutto tornare ad amare la cultura sempre non solo quando va di moda.

    1. Sono veramente d’accordo. Io frequento i musei da tempo, ma non li ho mai visti molto affollati (se non per mostre “blasonate” e fortemente promosse a livello, spesso internazionale). Invece nei musei c’è molto e frequentarli, secondo me è centrale per appropriarci della nostra essenza

  6. Che bella notizia, chissà quando la seguirà anche la Lombardia. Nel frattempo sono molto felice per i nostri amici romagnoli. Se potessi spostarmi tra tutti visiterei Bagnacavallo e Casa Monti, due generi diversi, lo so, ma mi ispirano.

  7. Sono stata in Romagna per lavoro, anche se ho potuto visitare poco.. Spero che riaprano presto tutti i Musei, perché è da li che parte la cultura, è li che si riesce a vedere il mondo da un’altra prospettiva, come nei libri..

    1. Piano piano stanno riaprendo tutti. Molti si stanno industriando per ampliare le possibilità di accesso con orari continuati, aperture serali etc. Sentono anche loro il peso della responsabilità nei nostri confronti e cercano di fare il meglio!

  8. Sicuramente è un’importante passo avanti nella direzione giusta. Ora speriamo che ne facciano altri altrimenti non ci riprendiamo più. Riprendiamoci in mano la vita.

    1. Si, concordo Roberta. E queste riaperture mi fanno anche ben sperare. C’è veramente bisogno di stimoli culturali e di accesso ai luoghi d’arte. Credo che ora la nostra responsabilità dovrà guidarci. Se sapremo gestire la nostra socialità in modo responsabile dovremmo riuscire ad tornare ad avere accesso a questi ed altri luoghi ed attività

  9. I musei che hai proposto sembrano super interessanti, purtroppo sono in Lombardia ma appena potrò fare una gita outside sicuramente ci andrò. Non è mai stato importante come ora sostenere il settore dell’arte italiana e di conseguenza i musei che purtroppo sono stati uno tra i settori più colpiti di quest’ultimo anno. Complimenti ancora per il tuo articolo e le tue proposte

    1. Grazie Elisa! sono tutti musei locali, di prossimità. Ma racchiudono e narrano le nostre origini, la nostra storia e precluderne l’accesso è veramente limitante. Sono stata felicissima abbiano riaperto e spero che poi sia la volta dei teatri, dei convegni, dell’ascolto della musica da vivo, dei cinema. IL settore culturale è stato penalizzato enormemente

  10. Io qui in Lombardia sto cercando di capirci qualcosa perchè mi manca molto andare al museo e nei luoghi d’interesse culturale, tuttavia non è raro che venga in Emilia Romagna, e quando ci si potrà spostare tra regioni lo rifarò, dunque mi sono segnata alcuni luoghi!

    1. Già Cristina, esattamente come scrivi: non è affatto facile capire come organizzarsi. Proprio per questo motivo ho raccolto in un unico post le diverse modalità di fruizione del servizio museale del mio territorio! A breve integrerò con le proposte delle città principali, quindi troverai più spunti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto