visitare Ravenna Gallaplacidia

Idee per visitare Ravenna e dintorni in autunno

Reading Time: 4 minutes

Scopri 5 idee per visitare Ravenna ed innamorarti della Romagna in autunno.

La stagionalità, in Emilia Romagna, è una cosa seria e non solo a tavola. Come si archiviano le granite in spiaggia per rispolverare i cappelletti al ragù, allo stesso modo si rinnovano le attività della regione. Parchi naturali, mercati a tema, eventi letterari come anche sagre e feste. Tutte in veste autunnale. Che tu abiti nel ravennate e voglia organizzare un’uscita diversa dal solito o viva altrove e voglia organizzare un fine settimana diverso e ricco di stimoli, Ravenna è il posto per te. Seguimi e scoprirai 5 imperdibili suggerimenti per visitare Ravenna e dintorni quest’autunno!

1- NatuRa – Centro Visite del Parco del Delta del Po e Museo Ravennate di Scienze Naturali.

Siamo a Sant’Alberto, a soli 14 km da Ravenna. Terra liminare tra acqua dolce e salata, ai margini delle valli di Comacchio. Il panorama che ci accoglie, in autunno, trova la sua declinazione migliore. Acquitrini, canneti, dossi sabbiosi e canali creano, nella calda luce autunnale, un quadro magnifico, sempre in cambiamento. Qui troviamo un museo innovativo, superinteressante e coinvolgente a tutte le età. NatuRA è dedicato interamente agli animali ed alla biodiversità, dotato di un incantevole laboratorio didattico è un’ottima meta per le famiglie con bimbi, anche piccoli. Da qui è possibile, tramite escursioni a piediin bici e in pulmino elettrico visitare le valli meridionali di Comacchio come anche la Pineta san Vitale e la Piallassa Baiona. Approfittando del clima ancora mite sarà possibile osservare diverse varietà di uccelli stanziali e migratori. Assolutamente da visitare, con un piccolo trasferimento in traghetto, la penisola di Boscoforte, dove è possibile avvistare allo stato brado anche alcune famiglie di cavalli Delta/Camargue, contraddistinti dal caratteristico manto bianco.

In occasione dell’European Green Week, per domenica 18 ottobre è prevista l’escursione in bicicletta. La partenza è da Casa Monti, si pedalerà fino alle sponde del Reno, dove con po’ di fortuna si potrà ammirare la colonia più grande del Nord Italia di fenicotteri rosa. Per informazioni: casamonti@atlantide.net.

2- Visitare Ravenna in musica: Crossroads, Festival Internazionale di musica jazz.

Se, come me, ti muovi a ritmo persino quando squilla il cellulare, la musica per te è una droga. Visitare Ravenna quest’ autunno, allora è un must! Sono tante le date di CROSSROADS che tra ottobre e dicembre scuoteranno placide cittadine del ravennate. Alcuni esempi? Swing, passando dal bebop fino al jazz dei giorni nostri a Fusignano l’8 ottobre con QUARTETTO SAXOFOLLIA Feat. FABRIZIO BOSSO. A Massalombarda, il 29 ottobre, saranno i tamburi e le trombe a risvegliare il paese dal torpore autunnale.  Folk, improvvisazioni, assalti rock per TUCCI BOSSO SORRENTINO DRUMPET. Un’ occasione unica per tuffarci direttamente nelle atmosfere della vecchia Luisiana, grazie alle esibizioni di grandissimi artisti nazionali ed interazionali. Visitare Ravenna in autunno significa anche questo: una piadina (al posto della mia amata Jimbalaja creola), una bibita ghiacciata ed è subito Big easy, welcome to New Orleans!

3- Visitare Ravenna dalle colline: in Rocca come Caterina Sforza e Capodanno celtico a Riolo.

Visitare Ravenna significa anche affacciarsi alle colline che guardano la piana tuffarsi nel mare. Colline ricche di storia, presidiate da fortezze medioevali. Tra queste la meravigliosa rocca Sforzesca di Riolo, che ci accompagna alla scoperta di una tra le poche donne rinomate in periodo medioevale: Caterina Sforza, anche detta Leonessa di Romagna (antesignana della Pantera di Goro? – dai scherzavo)

La splendida rocca sforzesca di Riolo per i mesi di ottobre novembre e dicembre ospiterà una serie di eventi ad alto tasso di coinvolgimento. Dalle visite guidate alla ricerca dei fantasmi, alle visite narrate dalla voce di caterina Sforza stessa, ce n’è per tutti i gusti. In un tempo sospeso tra storia, cultura e curiosità, adulti ragazzi e bambini potranno fare esperienze uniche. Il 30 e 31 ottobre, in occasione del capodanno celtico, il castello degli orrori si farà escape room per i più giovani. Ilpaese di Riolo tutto, a partire dalle 17 del 31 ottobre, si trasforma in un mondo di spiriti ed incubi. Assolutamente da non perdere!

4- Lugo Vintage Festival.

A meno di 30 Km da Ravenna troviamo Lugo, che io amo (infatti è qui che vivo). Oltre 40 Km di piste ciclo-pedonali permettono di muoversi da un capo all’altro del paese in sicurezza. La vocazione commerciale che da sempre la contraddistingue, ha regalato a questa placida cittadina un magnifico quadriportico che fa da sfondo ad alcune tra le rassegne più famose a livello nazionale. Il Pavaglione, appunto, diventa ogni anno scenografia d’eccezione per la rassegna vintage più riconosciuta d’Italia. Il centro della mia cittadina si trasforma in una spettacolare macchina del tempo. Abbigliamento, complementi d’arredo ed oggettistica risalgono le epoche e trascendono le mode per regalare un’esperienza di antica, intramontabile eleganza. Lugo Vintage Festival è un’esperienza unica che dura un intero week end, sabato 17 e domenica 18 ottobre. E visto che siamo in Romagna (ed il buon mangiare non è mai opzionale) a coronare l’appuntamento festaiolo, food truck sparsi per tutta la manifestazione. Per un’esperienza completa, in un panorama esclusivo e sognante.

5-Visitare Ravenna con Dante: lettura perpetua della Divina Commedia.

Ravenna abbraccia Dante e fa che sia per sempre. Trovo quest’iniziativa meravigliosamente romantica. A partire da  domenica 13 settembre, ha preso il via il via il progetto “L’ora che volge il disìo” – Lettura perpetua della Divina Commedia. Il progetto prevede che tutti i giorni, escluso il 25 dicembre, presso la Tomba di Dante, venga letto un canto della Divina Commedia al calare del sole (alle 18, fino al 31 ottobre, alle 17 da novembre a marzo 2021). Un’occasione unica che può diventare un appuntamento quotidiano per gli appassionati ravennati, ma anche una straordinaria opportunità da cogliere al volo per i visitatori. Un week end all’insegna dei mosaici o di un vivace pomeriggio di shopping possono godere di un prezioso momento intimistico, che l’ascolto della Divina Commedia può regalare .

Visitare Ravenna cartina italia

Tempo orientativo per raggiungere RAVENNA:

  • Da Bologna in treno: 1 h. (tempo analogo in auto)
  • Da Ancona Venezia e Firenze in treno: 2 h, 15 min (tempo analogo in auto)
  • Da Milano in treno: da 2 h, 30 min a 3 h, 30 min. In auto 3 h, 30 min.
  • Da Roma in in treno 4 h. 5 h in auto.

Servizi turistici per Non Autosufficienti: progetto CARTA BIANCA

Visitare Ravenna è un’esperienza che vuole essere il più inclusiva possibile. Proprio in quest’ottica, il Comune di Ravenna ha attivato il progetto Carta Bianca rivolgendosi specificamente alle persone non autosufficienti. Siano residenti o presenti sul territorio del Comune di Ravenna per motivi di studio, lavoro (anche per periodi temporanei) possono richiedere la carta ospitalità. I possessori di “Carta Bianca” hanno diritto, per se stessi e per un eventuale accompagnatore, a sconti, gratuità, agevolazioni per l’ingresso a cinema, teatri, eventi culturali, ricreativi e sportivi, terme, ortopedie e sanitarie, parchi giochi. Il documento ha validità annuale.

La richiesta della carta ospitalità può essere fatta presso:

Ufficio Informazione e Accoglienza turistica
Piazza San Francesco, 7 – Ravenna
Tel +39 0544 35755 – 35404 / Fax +39 0544 546108

Articolo creato 37

5 commenti su “Idee per visitare Ravenna e dintorni in autunno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto