Casa Mia

Tirare la sfoglia al mattarello: azdora for dummies

Reading Time: 4 minutes

Se vuoi sapere di più sulla mitica figura dell’azdora romagnola leggi questo articolo.

Uova fresche, farina ed olio di gomito; tirare la sfoglia al mattarello per fare la pasta in casa è facile, se segui le dritte giuste. Per questo motivo ho preparato una guida veloce. In questo articolo ti darò i rudimenti per fare la pasta in casa partendo dal tirare la sfoglia al mattarello ed anche il grado di accettabilità del risultato (per intenderci: imparerai che la sfoglia, seppur strappata e con buchi (o crateri), va benissimo per i nostri progetti culinari).

Un tagliere ed un mattarello sono due strumenti economici e poco ingombranti (possono essere riposti in angoli della cucina senza richiedere chissà che spazio). Continua a leggermi ed alla fine dell’articolo sarai pronta/o per tirare la sfoglia al mattarello.

In fondo al blogpost troverai

  • due video step by step per guidarti in questa avventura golosa
  • il link per procedere per gradi ed ottenere, dalla sfoglia, ottime e profumate tagliatelle
  • la sezione Contributi Gratuiti, da cui potrai scaricare la Guida Galattica per Tagliatelle che ho preparato apposta per te!

Continua a seguirmi, già sabato prossimo troverai un nuovo articolo per imparare a fare un formato di pasta facile e molto divertente, ovvero gli strichetti. Stay Tuned!

Nata sotto il segno dell’Azdora…le altre…io no

Di che segno sei? Ariete, toro, Gemelli … o Azdora?

L’azdora è un segno forte. E’ il segno dell‘instancabile operosità, della creatività e della cura, dell’ospitalità, del pragmatismo e dell’economia (non solo) domestica. L’azdora, la donna di casa, la reggitrice. L’azdora costituiva la colonna portante della società romagnola. Colei che se incontrava Wonder Woman le appioppava uno zabaione col marsala per riprendersi, che la vedeva giù. L’azdora, la donna forte e capace che giusto il tempo di infilarsi il grembiale e taaac… ti spara una sfoglia da venti uova tonda-perfetta e grande come i cerchi nel grano.

La figura dell’azdora è molto interessante; continua a seguirmi e nei prossimi blogpost ne scoprirai storia e curiosità.

Io sono nata sotto il segno dei gemelli. Il segno dell’azdora mi è passato vicino ed ha deciso di andare a benedire altre fronti … Infatti io sono quella della sfoglia diversamente tonda, finanche strappata e con buchi grandi quasi come quelli dell’ozono.

Sentiamo, a tale proposito, cosa pensa della mia sfoglia Fernàndo d’ Badarëla, il mio meraviglioso Zio Nando:

Eh si, lo Zio Nando ha ragione, non è una sfoglia con un buco, bensì un buco con la sfoglia intorno. Ma riflettiamo un attimo: fa differenza? Assolutamente no, perchè noi non stiamo a sottilizzarci se la sfoglia stia dentro il tondo o fuori dallo stesso. L’importante è che dalla sfoglia se ne ottenga una pasta, da condire a nostro piacimento. Che abbia una forma piuttosto che l’altra, a noi non importa. Noi, diversamente azdore, vogliamo tirare la sfoglia al mattarello per potere mangiare la pasta, le geometrie le lasciamo alle scienze delle costruzioni!

Back to basics: cosa occorre per fare la pasta per la sfoglia

A quanto sopra, aggiungi una ciotola capiente, perché se sei alle prime armi ti troverai benissimo mettendo in pratica la tecnica della mia amica Paola. Versiamo la farina in una ciotola capiente e li faremo l’impasto.

Tirare la sfoglia al mattarello dà più gusto alla pasta fatta in casa

Il perchè è presto detto. Usare il mattarello è faticoso. La pasta fatta in casa tirata al mattarello sa di vittoria, di “ho vinto io”.

A parte la soddisfazione personale, la pasta fatta in casa deve avere una buona sfoglia. Buona non significa sottile, buona non significa regolare e nemmeno perfetta. Buona significa che abbia un buon profumo ed un buon sapore sin da cruda. Per fare ciò diventa CENTRALE assicurarsi di utilizzare un’ottima farina (io uso la 0 della società agricola Zanoni di Fusignano -RA-) e uova fresche di galline possibilmente di cortile.

Fare l’impasto della sfoglila: dosi e procedimento

Calcoliamo 90 g di farina per uovo e, man mano che impastiamo, se serve, aggiungiamo farina.

Se sei “diversamente azdora” come me, per tirare la sfoglia al mattarello, le prime volte ti consiglio di partire da 3 uova (produrrai pasta per ca 4 persone di buon appetito).

Quindi in ciotola metteremo 270g di farina e con la punta delle dita vi faremo un incavo. All’interno di questo aggiungeremo le 3 uova (sgusciate, of course!!!). Con una forchetta cominciamo a mescolare dall’interno prendendo la farina da sotto e dai lati e portandola (sbattendola) sulle uova. Non preoccuparti quando le uova usciranno dal vulcano. A quel punto abbandoneremo la forchetta ed impasteremo a mano. In fondo troverai il video di come sbattere le uova con la forchetta per iniziare l’impastamento.

Impasta con vigore ed aggiungi man mano farina per arrivare ad una consistenza non appiccicosa. L’impastamento va fatto spingendo con braccia ed avambracci sull’impasto, trascinando la massa da impastare verso di te con il polso ed il palmo e ritornando a spingere. Tieni infarinata la ciotola prima ed il tagliere o il piano di lavoro

Ovviamente se hai il robot, la planetaria, l’impastatrice, la macchina del pane che impasta, vai sicuramente meglio, o come si dice in Romagna “con un filo di gas”.

Tirare la sfoglia al mattarello: rimboccati le maniche ed unisciti al gruppo delle “diversamente azdore”

Sul piano o tagliere ben infarinato metti l’impasto dandogli una forma tondeggiante. Infarinalo e comincia ad imprimere all’impasto la forza delle braccia mentre fai rullare il mattarello avanti ed indietro.

A questo punto continua a fare scorrere il mattarello su e giù per il disco di impasto imprimendogli forza e badando bene di tenere sia la superficie, su cui sta l’impasto, sia il mattarello infarinati.

Raggiunto lo spessore a voi più gradito, potrai passare a fare la pasta fatta in casa di grado più semplice.

Ottimo, diversamente azdora, scrivimi come sei andata con le tue prime prove con l’impastamento ed il mattarello. Oppure condividi con me i tuoi suggerimenti e trucchi, se sei più esperta (azdora) di me. E buona Romagna!

Contributi Gratuiti:

Scaricati gratuitamente la Guida Galattica per Tagliatelle Spaziali che ho preparato apposta per te! In cambio ti chiedo solo di condividere questo post sui tuoi social!

Per approfondire: altri articoli e 2 video sulla preparazione della sfoglia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *