Borghi più belli d’Italia: cosa vedere a Bagnara di Romagna, 10 motivi (+1) per innamorartene!

Reading Time: 9 minutes

L’ esclusivo club dei borghi più belli d’Italia vanta una perla di pianura: il bellissimo borgo di Bagnara di Romagna! Si tratta di un riconoscimento molto importante, arrivato sul finire del 2021, che restituisce l’importante percorso che Bagnara di Romagna ha intrapreso nello sviluppo e comunicazione di un patrimonio culturale e sociale di grande valore. E quindi ecco l’articolo per te che ti elenca cosa vedere a Bagnara di Romagna!

Continua a leggermi, ti guiderò alla scoperta di 10 cose da vedere (+ 1 idea) che non ti aspetti e che rende questo piccolo borgo una vera perla, finalmente riscoperta. Il territorio della Bassa Romagna, infatti, è ricco di storia, fascino ed emozioni tutte da vivere!

Perfetta per essere visitata da famiglie con bambini, ma anche da soli, in coppia, con gli amici: le emozioni che scoprirai e riscoprirai a Bagnara di Romagna sono per tutti!

Questo è un articolo, lungo, perché sono 10 (+1) i motivi principali per i quali ti innamorerai di Bagnara di Romagna. Qui di seguito ti metto tutti gli argomenti, così che potrai saltare a quelli che vorrai approfondire prima.

Cosa sapere del territorio Bassa Romagna, per apprezzare appieno la bellezza di Bagnara di Romagna

La Bassa Romagna è una costellazione di paesi attraversati dagli stessi valori identitari: cultura popolare, paesaggio rurale, spirito d’iniziativa. Queste tre marche valoriali, però, nel ‘900 si sono caricate gradualmente di valenze negative. La cultura popolare, così come la storia locale e i dialetti ad esempio, è diventata sinonimo di dozzinale. Il paesaggio rurale della pianura romagnola, con i tipici tratti di giardini da frutto e campi coltivati ordinati dalla centuriazione romana, è stato per anni dipinto come ordinario. Lo spirito d’iniziativa della popolazione che ha dato i natali a tantissime associazioni, movimenti, attivismi è stato spesso dipinto in modo caricaturale. Il risultato? Queste terre non hanno mai avuto un racconto autentico in cui riconoscersi con orgoglio, bensì un piatto racconto anonimo e slavato. Ed è un peccato, ne converrai anche tu alla fine di quest’articolo, ne sono certa.

Bagnara di Romagna ha cambiato questo paradigma riscoprendo il valore della cultura popolare, investendo sulla sua storia identitaria. Il turista che visiti questo bellissimo borgo di pianura verrà rapito da quel senso di appartenenza che oggi sappiamo avere il sapore rustico e raffinato insieme dell’autenticità. Prima di raccontarti cosa vedere a Bagnara di Romagna, lascia che ti dica dove si trova Bagnara di Romagna!

Dove si trova Bagnara di Romagna

Bagnara di Romagna è in provincia di Ravenna, a metà strada tra Bologna e la capitale del Mosaico (40 km ca dall’una e dall’altra). Direttiva storicamente nota come gli Stradelli Guelfi, il percorso parallelo alla Via Emilia che un tempo collegava castelli chiese e residenze signorili da Bologna al mare.

Soggiornare a Bagnara di Romagna non offre solo l’opportunità di godere della bellezza che l’ha resa uno dei borghi più belli d’Italia, ma anche quella di muoversi liberamente tra Emilia e Romagna, collina e mare, evitando il traffico o la confusione dei centri più grandi.

È anche per questo motivo che Bagnara di Romagna è da sempre meta d’elezione dei tanti viaggiatori portati dalle attività della motor valley o dalle tante aziende meccaniche o legate alla produzione alimentare del territorio. Completamente pianeggiante, molto ben organizzata per la fruizione dei servizi senza necessità di ricorrere all’auto, chi vi soggiorna vive l’emozione del piccolo paese tranquillo accogliente, a misura d’uomo.

Cosa vedere a Bagnara di Romagna, uno dei borghi più belli d’Italia: 10 +1 motivi per innamorartene

Bagnara di Romagna si visita interamente a piedi, ma non è affatto “piccola”. Il castello è il dispositivo narrativo principale che fa viaggiare nel tempo e nello spazio i visitatori. Ma anche la natura, il paesaggio rurale, la passione delle persone che vi abitano offrono al visitatore una proposta narrativa ricca e di valore.

Un suggerimento: nell’ultimo paragrafo troverai le indicazioni per prenotare le visite: fallo. Credimi se ti dico che la grande passione per Bagnara di Romagna, il suo passato e la valorizzazione culturale che la contraddistingue è di ogni guida che incontrerai. Visitare Bagnara di Romagna, grazie alla grande preparazione e amore delle guide, sarà una grande esperienza immersiva.

1. Il Castello Sforzesco di Bagnara di Romagna

Come ho scritto, il borgo di Bagnara di Romagna si trova lungo un percorso storicamente ricco di fortezze. Ha, però, un’importante unicità, che lo ha portato assieme ad altri pregi, ad entrare nel club dei Borghi più bell’ d’Italia. È infatti l’unico esempio di castrum medievale integralmente conservato del territorio. Rocca e mastio perfettamente conservati, il castello di Bagnara è il principale del circuito delle Rocche sforzesche.

Sono tante le strutture originali che caratterizzano l’architettura difensiva del castello di Bagnara di Romagna. In quanto castello di pianura, mancava di protezioni naturali (come il mare o le montagne). Per godere al meglio della raffinatezza della struttura, ti consiglio di prenotare la visita guidata con le preparatissime guide del castello. Ed è così che il bellissimo cortile a pozzo, l’innovazione bellica rappresentata dai bastioni circolari, i camminamenti, i merli ghibellini: tutto si dipana al visitatore in un racconto dettagliato ed affascinante che rapisce adulti e bambini!

2. Il Museo del Castello

Il castello di Bagnara ospita il bellissimo Museo di Storia del Territorio. Un percorso che accompagna il visitatore a conoscere il passato di questi paesaggi, ma che lascia anche capire il valore del presente.

Il percorso museale parte dalle testimonianze preromane dell‘età del bronzo, accompagna il visitatore ad identificare le tracce della centuriazione romana che tutt’oggi caratterizzano il territorio ed a delineare i processo sociali ed economici che si sono alternati in epoca romana, medioevale e tardo medioevale.

Ho scritto un articolo interamente dedicato al castello di Bagnara e al Museo del Castello, lo trovi qui

Ti suggerisco di concederti il tempo per approfondire l’interessante argomento delle motte, altrove scarsamente trattato. Si tratta di piccoli villaggi protetti da palizzate di legno e terra, al cui interno ferveva un’intensa vita commerciale. Tra queste, la Motta dei prati di S. Andrea di Bagnara. Il museo del Castello tratta molto bene gli argomenti con pannelli integrativi ed informazioni in italiano e inglese.

3. Il fossato di cinta del 1350 e il camminamento di legno

Amo Bagnara di Romagna da sempre. Uno degli interventi più azzeccati, secondo me, del territorio è la bellissima passerella di legno che gira tutt’intorno al castello. Anche solo quest’opera da sola vale l’ingresso nei Borghi più belli d’Italia. Perché ti permette di seguire l’antico fossato di cinta, perfettamente conservato, offrendoti un punto di vista di grande privilegio. La passerella è a libero accesso.

4. Il murales dell’artista Argentino Guido Palmadessa, dedicato a Caterina Sforza

Si, lo so, hai letto “rocca sforzesca” e tu hai pensato subito a lei: l’indomita “Tigre di Forlì“. La leggendaria, spavalda, scaltra (quali altri aggettivi le sono stati dedicati?) Caterina Sforza è stata una valorosa donna d’arme ma, più che mai, una stratega raffinata. E proprio in questo castello è documentato passasse parte del suo tempo.

Bagnara ha dedicato a Caterina Sforza un bellissimo murales, che la ritrae accanto al suo altero e feroce simbolo (la tigre): assolutamente da non perdere. Il murales di Caterina Sforza è in via Garibaldi, nei pressi della Porta, ben visibile dalla strada principale .

5. Museo Mascagni

A chi mi chieda cosa vedere a Bagnara di Romagna, so che regalerà grande stupore la risposta: il Museo Mascagni!

Di fronte all’ingresso del castello di Bagnara trovi il museo Mascagni. Anche in questo caso io ti suggerisco di assicurarti la prenotazione della visita guidata. Perché le guide sono non solo preparate, ma anche locali ed appassionate. E la passione è il fulcro di questo bellissimo museo.

Perché a Bagnara c’è un museo Mascagni? Te lo stai certamente chiedendo. La risposta è per amore. Il museo Mascagni, infatti, è sì un museo sul famoso compositore Pietro Mascagni. Ma è soprattutto il museo dell’amore. L’amore che ha guidato le vite del grande compositore Pietro Mascagni e di Anna Lolli, bellissima artista di Bagnara di Romagna che gli ha dedicato la sua esistenza.

Il museo Mascagni raccoglie oltre 5000 lettere che il divo di fama mondiale Pietro Mascagni ha scritto durante gli oltre 35 anni di amore e passione. E racconta una storia che ti lascerà senza parole.

6. Museo di Arte Sacra Mons. Alberto Mongardi

Nello stesso stabile in cui è custodito il prezioso Museo Mascagni, c’è il piccolo ma importante museo di Arte Sacra. Una raccolta di preziosi antifonari, cartaglorie e graduali del 1500, bellissime pale come anche raffinatissime vesti e paramenti. Il mio pezzo preferito è un Cristo in croce, in legno di fico o ulivo, del 1400. I lineamenti popolani, lo sguardo espressivo gli restituiscono un’umanità ed una contemporaneità incredibili.

7. Percorso Archeologico dei prati di Sant’Andrea

Avrai la possibilità di visitare il sito archeologico di una motta che poi venne abbandonata per trovare rifugio nel vicino castrum di Bagnara (che nel frattempo era sorto e che offriva maggiore protezione agli abitanti). I tantissimi materiali raccolti durante la campagna archeologica, sono esposti presso il museo del Castello, quindi ti consiglio di visitarli entrambi.

8. Villa Morsiani

Se alla domanda “cosa vedere a Bagnara di Romagna” non ti avessi risposto Villa Morsiani: beh… ci sarebbe di che preoccuparsi! Villa Morsiani richiama ogni anno visitatori da tutto il mondo. Fondata come edificio di difesa nel 1400, proprio come la rocca sforzesca, è da sempre proprietà della nobile famiglia dei conti Morsiani. L’architettura difensiva quattrocentesca è perfettamente conservata e restituisce un fascino incredibile. Considera anche che mobili arredi e suppellettili sono originali del tardo ‘400 e testimoniano la ricchezza culturale artistica e storica della casata. Da ammirare anche solo per i 16 camini di varie epoche e fogge (fra cui uno che riempie un’intera stanza) e la magnifica biblioteca di oltre 20.000 volumi.

9. Bosco Morsiani (giardino secolare)

L’ingresso di Bagnara nei Borghi più belli d’Italia valorizza il grande rapporto con la natura che questa cittadina della Bassa Romagna si è sempre ostinata a difendere. Un esempio è il giardino secolare che circonda villa Morsiani, noto come Bosco Morsiani. Visitarlo significa avere l’opportunità di ammirare veri e propri monumenti verdi  fra cui una quercia di 30 metri e un pioppo nero di 40 metri e colossali ulivi millenari.

10. L’Allevamento dei Cani San Bernardo “Del Soccorso” e la Fondazione Internazionale “Antonio Morsiani” di Studi sul Cane

Villa Morsiani è la sede dell’allevamento dei Cani San Bernardo “Del Soccorso” considerato il migliore al mondo. Da qui hanno preso i natali oltre 350Cani San Bernardo campioni di bellezza. Ogni anno l’allevamento è visitato da appassionati di Cani San Bernardo provenienti da tutto il mondo.

Altra grande attrattiva per gli appassionati dei Cani San Bernardo è la famosissima Fondazione di Studi sul Cane dedicata ad Antnio Morsiani (studioso di Cani San Bernardo di fama mondiale). Conserva rare opere d’arte sul cane e la più significativa biblioteca di cinofilia al mondo (con oltre 3.000 volumi e 20.000 riviste).

10+1. Popoli Pop Cult Festival: la cultura popolare come valore di accoglienza e crescita

Fin qui ti ho descritto ben 10 motivi per visitare Bagnara, uno dei Borghi più belli d’Italia. Ho tenuto in serbo per te quest’ultima chicca. Come ho scritto all’inizio, in Bassa Romagna per troppo tenpo il concetto di Popolare è stato sinonimo di scarso valore. Quando, in realtà, questo territorio ha storicamente basato la sua crescita sociale, culturale ed economica proprio sul concetto di popolare. Popolare come accoglienza, popolare come crescita comune, popolare come senza confini.

Nel 2009 Bagnara di Romagna ha deciso di combattere gli episodi di pregiudizio e intolleranza nei confronti di persone straniere. E di farlo con la cultura. Cultura Popolare, dei popoli. In una rete di istituzioni, privati, e cittadini è stato concepito il Popoli Pop Cult Festival che richiama migliaia di persone ogni anno!

Una volta all’anno, Bagnara si trasforma nell’ombelico del mondo: musica, canti, balli, gastronomia, performance popolari da tutto il mondo si ritrovano dentro alle mura del Castello Sforzesco ed animano la placida cittadina di tutti i colori, i profumi i sapori e le note del mondo! Mantieniti aggiornato sulle nuove date sul sito del festival, in approfondimenti.

Dove dormire e dove mangiare a Bagnara di Romagna

Ci sono stata proprio ieri sera a cena con tutta la famiglia: l’Hotel Ristorante Locanda di Bagnara è perfetto per chi voglia godere della bellezza di Bagnara immergendosi nell’atmosfera di cura accoglienza e semplicità del territorio. Si trova nel centro dell’abitato cittadino, ambiente curato e raffinato. I piatti sono la conclusione del percorso di valorizzazione del territorio che fin qui ti ha colmato di fascino!

Per approfondire

Articolo creato 82

5 commenti su “Borghi più belli d’Italia: cosa vedere a Bagnara di Romagna, 10 motivi (+1) per innamorartene!

  1. Braavaa! Forte il videino e che bella voce romagnola!
    A proposito di Romagna, questa parola è un pó la ‘parola tormento’ (come lo è la parola Glamour per me), ma efficacissima ad identificarti subito.
    Sento ‘Romagna’ e penso a te. E oggi in più penso anche al delizioso borgo di Bagnara di Romagna!

  2. Bagnara Romagna era infatti sulla mia lista, come ti ho detto più volte fortunatamente vivendo vicino a questa splendida regione spesso ci vengo per visitare castelli, anche se da ora che ti conosco e ti leggo posso venire per vederci anche tante altre cose!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto