Foto tipica di vacanze sul delta del Po: acquitrino su cui si stagliano costruzioni antiche

Vacanze sul Delta del Po: vacanze alternative in Romagna

Reading Time: 7 minutes

Alle vacanze sul Delta del Po hai pensato? 

In questa estate frastornata il bisogno di libertà e natura è potente. Cerchiamo orizzonti vasti e vari, in alternativa alla costrizione e visione spesso limitata agli schermi che i mesi di lock-down hanno imposto. I mesi di segregazione autarchica nei nostri appartamenti ci hanno indeboliti. Per questo sentiamo forte l’esigenza di vivere esperienze di libertà.

Nell’ articolo troverai quindi spunti per organizzare vacanze estive immerse nella natura, a volte selvaggia, ed allo stesso tempo godere del servizio che tanto ha reso famoso il turismo in Romagna. Vacanze estive ma anche vacanze autunnali primaverili e invernali: il Delta del Po offre sempre tante opportunità.

Continua a leggere e troverai scenari incantevoli ed una natura dirompente e ricca, immersa nel tessuto ricettivo che tanto contraddistingue la Romagna.

Le vacanze sul Delta del Po diventeranno le tue vacanze slow preferite, credimi!

Ho anche scritto un itinerario in moto, che però puoi benissimo fare anche in auto in bici o a piedi, proprio sul Delta del Po. Lo trovi qui, è bellissimo, non fartelo scappare!

Ho già proposto altre suggestioni per vacanze e gite in Emilia Romagna, tra queste quelle ispirate alla figura dantesca: cammini, trekking, percorsi ciclabili in un vero e proprio viaggio dantesco, salvati il link!

Vacanze diverse dal solito: scopri la laguna del Parco del Delta del Po

Foto tipica di vacanze sul Delta del Po: acquitrini e paludi sulla cui ricca vegetazione volano magnifici uccelli

Il Parco del Delta del Po è un territorio incantato. E’ la mia personale “Shangri-La”, in particolare nelle stagioni di passaggio. Le nebbie che svaporano i confini tra persone ed architetture, acqua e terra, rendono molto bene il contesto del romanzo “Orizzonte perduto” di Hilton; Shangri-la appunto. Turismo slow, per me, significa questo: concedersi il tempo e il modo di chiedersi se è tutto vero oppure un sogno. E viversi il momento.

Lasciati emozionare dalla magia di questi panorami, che hanno ispirato grandi autori, poeti e registi. In concorso al 75° Festival di Locarno, dal 3 al 13 Agosto 2022, DELTA, film di Vannucci con Alessandro Borghi e Luigi Lo Cascio ci avvolgerà col fascino nebbioso del delta del PO.

Il mare si unisce al fiume Po ed insieme si mescolano alla terra, all’erba. Creando disegni improbabili non solo con la loro mescolanza ma anche con la vita che da questo ne deriva. I vasti canneti e le isole di vegetazione palustre uniti alle lingue di terra che ballano nell’acqua salmastra ospitano una delle più importanti area ornitologica d’Europa, con oltre 310 specie segnalate. Oltre 56.000 ettari d’acqua e terre selvagge. Nonostante per secoli qui l’umanità sia intervenuta con opere di bonifica importanti, l’uomo è sempre rimasto un passo indietro rispetto alla natura. Il ritmo è dato dai propri passi, dai colpi di pedale, dalle pagaiate, dal proprio respiro, dal canto degli uccelli e dalle ombre della vegetazione. 

Cosa fare nella laguna del Delta del Po:

Foto di un uccello immerso nell'acquitrino del Delta del Po

Le vacanze sul delta del Po si prestano all’escursionismo, in tutte le sue accezioni.  

Il parco è molto ben organizzato. Sparsi per tutto il parco ci sono ben 12 centri visita in cui trovare iniziative didattico-ricreative ed informazioni sulle attività e le escursioni promosse dal Parco.

Il viaggio non finisce mai, solo i viaggiatori finiscono

Jose Saramago

Itinerari di birdwatching nella laguna del Delta del Po

Sono moltissimi gli itinerari birdwatching per avvistare le specie protette più rare e di straordinaria bellezza. Il parco è dotato di appostamenti schermati e torrette di avvistamento situate in punti strategici. Gli innamorati di trekking nella laguna del Parco del Delta del Po hanno a disposizione moltissimi sentieri e percorsi. Sono disponibili anche visite e tour guidati. In Approfondimenti, in fondo a quest’articolo, troverai diversi link utili per organizzare e tue escursioni e la permanenza nel parco. 

Comacchio, il borgo, la laguna, la salina e le anguille

Dal mar dei Sargassi alla laguna del Delta del Po: è di sicuro il regno più esteso in assoluto. No, non è il Regno di Fantasìa o quello di Narnia, bensì il regno dell’anguilla. Il bellissimo borgo di pescatori, interamente sull’acqua, di Comacchio è il centro perfetto per per conoscere l’affascinante mondo della laguna. Alcune proposte da non perdere:

Nella mitica Sacca di Goro per l’escursione a pesca di Vongole

Anche la pesca delle vongole è una vera e propria attrazione; non perdere l’occasione di una visita guidata in motonave per vedere come vengono pescati i famosi mitili. Si raggiungerà la mitica Sacca di Goro e qui verranno svelati i segreti della pesca alle vongole e dell’uso della “rasca”, il tradizionale strumento di raccolta. 

Escursione a pesca di vongole nella sacca di Goro

Escursioni Delta del Po in Canoa, con noleggio di canoe

Il Delta del Po è terra di acque. Per questo motivo uno dei modi più belli di scoprirne tutti gli angoli e i segreti è proprio percorrendone le vie d’acqua. Le Valli di Comacchio sono tra quelle più ricche di scorci magici per essere visitate in canoa. Troverai la possibilità di noleggiare le canoe, per escursioni veramente emozionanti nel bellissimo parco del Delta del Po.

Nelle valli di Comacchio in Canoa

Camminare nel parco del Delta del Po: itinerari

Se ami camminare, qui hai solo l’imbarazzo della scelta. Tre sono i percorsi che, secondo me, si prestano meglio per chilometraggio come anche per il fascino di luoghi: 

In ciclabile per il Delta del Po: Ciclovia Destra Po

Per gli amanti della bicicletta, ricordo che in questo mondo di mezzo, tra terra ed acqua, fiume e mare, c’è la ciclovia più lunga d’Italia: ciclovia Destra Po. Si estende per oltre 125 Km ed attraversa la Romagna dall’estremità Ovest della provincia di Ferrara fino al delta ed al mare Adriatico. Un sogno per ogni ciclista che ami godere di paesaggi fantastici, mutevoli, affascinanti. Clicca qui per il GPX del percorso.

Visitare la Riserva Naturale del Gran Bosco della Mesola, il più grande bosco di pianura d’Italia

Cervo autoctono discendente dal Cervo Nobile del Bosco Della Mesola

1058 ettari di superficie boschiva rendono La Riserva Naturale del Gran Bosco della Mesola il bosco di pianura più esteso e meglio conservato d’Europa.

Andare alla scoperta del bosco della Mesola è un’esperienza unica, magica, fatata. E’ un vero e proprio bosco che copre un’ampia zona del ferrarese. Non è interamente visitabile, ma presenta dei meravigliosi percorsi autorizzati dedicati agli avvistamenti di cervi e daini. L’accesso è possibile sia a piedi che in bicicletta. Meraviglioso e magico, sembra di percorrere le strade di Narnia: un cervo parlante, qui, non stupirebbe nessuno, credimi. 

Per organizzare la tua visita nella Riserva Naturale del Bosco della Mesola clicca qui


Da figlia di padre fortemente ipovedente ci tengo a segnalare la presenza di un percorso di circa 500 metri per non vedenti.  Trovo sia un’iniziativa che andrebbe evidenziata e pubblicizzata perché purtroppo sono ancora poche le opportunità di questo tipo nel nostro territorio. Il percorso per non vedenti è attrezzato con un corrimano e tabelle in alfabeto braille per guidare nell’apprendimento delle varie specie vegetali e faunistiche presenti nell’oasi.

E’ possibile, in loco, noleggiare biciclette

Alcuni suggerimenti: quando si entri in visita è importante sapere che nel bosco non sono disponibili punti di ristoro o toilettes. Pertanto è importante accedervi avendo tutto quanto può essere necessario (cibo, bevande, etc). Le toilettes saranno invece disponibili nel parcheggio adiacente al bosco. La riserva dedicata alla popolazione di cervi autoctoni discendenti dal Cervo Nobile, è in un’area specifica e vi si accede previo acquisto del biglietto. 

Estate e vacanze sul Delta del Po: borghi e città d’arte

Capanni da pesca al tramonto, un'escursione da non perdere nelle vacanze sul Delta del PO

Immersi nella natura, le nostre vacanze sul delta del Po, in Romagna, non rinunciano però alla grande bellezza che tanto contraddistingue questa regione: la cultura e la storia locali.

Visitare Comacchio: il borgo di laguna che riunisce arte contemporanea, e storia locale

Questa è zona di pesca e pescatori: assolutamente da visitare Comacchio, magnifico ibrido di piccolo borgo di pescatori e città d’arte. Chiamata anche “la piccola Venezia”, fu edificata unendo con i ponti  ben 13 isole ed è un vero gioiello. In tempi antichi, fu un importante scalo navale, questo lo si ritrova nella magnificenza delle architetture che lo contraddistinguono. 

I punti di maggiore interesse: 

  • Il simbolo di Comacchio, il complesso dei Trepponti: antica porta d’ingresso fortificata della città
  • Il meraviglioso Loggiato dei Cappuccini: 142 archi che dal centro della cittadina accompagnano al Santuario di Santa Maria in Aula Regia
  • La casa-museo di Remo Brindisi: una moderna struttura realizzata negli anni 70 su progetto dell‘architetto-designer Nanda Vigo. Grande testimonianza delle correnti internazionali artistiche di metà 900, meravigliosa integrazione di arte ed architettura. E’ possibile ammirare il graffito una tra le opere più belle di Lucio Fontana, di sei metri per quattro, le sculture di Arturo Martini, di Gino Marotta, di Giò Pomodoro, la parete con scrittura cancellata di Emilio Isgrò, le sculture cinetiche e molto altro ancora. 

Sempre nel concetto di turismo slow che guida l’offerta del territorio, ti suggerisco un altro percorso. Se ami la fotografia ne resterai stregato: il percorso alla scoperta dei capanni da pesca. Veri e propri fenicotteri in legno (poca muratura) ed acciaio che aprono le grandi ali di rete sulle acque palustri per pescare il pesce al livello amatoriale. Chiamati anche “padelloni”, una gita attorno a queste incredibili palafitte, regala sempre foto e ricordi emozionanti. 

Visitare Ravenna e Ferrara: le città d’arte a pochi chilometri dalla laguna del Delta del Po

Le città d’arte di Ravenna e Ferrara distano 50 e 40 Km dalla zona del parco. Ricchissime di storia, di arte e di suggestioni, sapranno coinvolgere qualsiasi turista, dal più curioso al più amante dello shopping e dell’esplorazione urbana. Assolutamente da non perdere l’abbazia di Pomposa; una delle più antiche testimonianze di queste terre. Originaria del VI-VII secoli, dopo l’anno mille divenne monastero. Non distante, la magnifica chiesa abbaziale di Santa Maria che vanta un ciclo di affreschi, di ispirazione giottesca, tra i più preziosi di tutta la provincia e il sontuoso pavimento a mosaico! 

Come proteggersi dalle zanzare per godersi le vacanze sul Delta del Po

Foto di una famiglia sull'erba vicino ad un acquitrino. Per godere al meglio le vacanze sul Delta del Po è importante proteggersi dalle zanzare

Siamo in una zona di paludi, acquitrini e valli. Terra di zanzare, of course. In queste zone la natura è magnifica e, per goderne in modo sereno, è importante affrontare le escursioni consapevolmente. Come in agosto in Finlandia (che in molte zone sembra proprio una enorme palude acquitrinosa), l’estate sul Delta del Po è all’insegna delle zanzare. Qui sono tante e tanto attive. Niente paura; ecco due semplici suggerimenti:

  • Utilizza Prodotti antizanzare. Quelli a base di DEET, ovvero dietiltoluamide, sono i più efficaci e diffusi. Non sono però indicati per soggetti minori di 12 anni, o inclini ad irritazioni o con problemi cutanei. In forti dosi, infatti, possono causare irritazione cutanea e, se assorbiti, possono essere tossici. Rivolgiti al tuo medico o farmacista di fiducia per avere le indicazioni più giuste in base alle tue esigenze.
  • Le zanzare hanno un’ottima vista e sembra siano attirate dai colori scuri ed accesi, (sembra che, come me, amino il rosso). Quindi l‘outfit più indicato per una vacanza in queste zone predilige i colori pastello e il bianco. Se eviterai tinte scure e sgargianti starai fresco e anche meno soggetto alle attenzioni di questi (poco) simpatici animaletti.
  • Se hai dei bimbi piccoli, in passeggino o carrozzina, dotali di retina antizanzare e saranno protetti in modo sicuro.

Per approfondire

  • Eccoti il link del Parco del Delta del Po, è veramente ricco di spunti, idee, informazioni e dettagli! Le tue vacanze estive in Romagna saranno una vera favola!
  • Salvati il link Ciclovia Destra Po, la più lunga d’Italia! Credimi, se ami la bicicletta, anche se non sei un ciclista provetto, immergerti in questa esperienza ti regalerà delle vacanze diverse dal solito e tantissimo benessere!
  • Ecco il link del Bosco della Mesola, salvatelo, assieme al link del Parco del Delta del Po che ti ho messo qui sopra è veramente ricco di informazioni utili.
  • Eccoti il link per informazioni su DELTA, il film girato sul Delta del Po
  • Un link per dare uno sguardo d’insieme alle magnifiche potenzialità offerte da una visita a Ravenna? Eccotelo qua. Sappi che Ravenna è molto ben organizzata per permetterti di crearti un percorso di visita personalizzato !
  • Vuoi una lista completa di cosa vedere a Ferrara? Salvati questo link, ti permetterà di organizzare la tua visita alla magica città estense in modo perfettamente attinente ai tuoi interessi ed esigenze!
Articolo creato 93

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto