Campigna e Corniolo dove mangiare, cosa vedere e dove dormire, come stare freschi in Romagna a Luglio

Copertina dell'articolo Campigna e Corniolo dove mangiare e trovare il fresco tra boschi e laghi
Tempo di lettura: 10 minuti

20 Luglio 2023

Se ti stai brasando al fuoco lento dell’anticiclone africano chiamato per l’occasione Cerbero, l’articolo su Campigna e Corniolo dove mangiare, cosa vedere e dove dormire, senza andare in autocombustione, farà certamente per te!

Colline toscoromagnole: dove andare per trovare fresco e relax:

Il percorso piano, accessibile anche a chi si muova con la sedia a rotelle, Campigna-Cullacce

Questi sono giornate (e nottate) bollenti. Quando vado per strada sono sempre accompagnata dal profumo di bacon alla piastra. Ma non c’è buffet continentale in zona, in realtà sono io che sfrigolo sotto il sole di Romagna che in questi giorni sta picchiando peggio di Thor!

Se cerchi un luogo dove trovare fresco e natura in Romagna, Campigna e Corniolo sono due destinazioni che devi assolutamente visitare. Sono due borghi incastonati tra le colline toscoromagnole, nel cuore del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi. Qui potrai scoprire paesaggi mozzafiato, tra boschi secolari, cascate, laghi e sentieri. Potrai anche assaporare la cultura e la gastronomia della Romagna montana, tra storia, arte e tradizioni. In questo articolo ti racconterò cosa fare per stare freschi, dove mangiare e dove dormire a Campigna e Corniolo, e ti darò tutti i consigli per organizzare al meglio la tua vacanza (anche solo di un giorno eh!) in Romagna. Continua a leggere per scoprire di più su queste due perle della Romagna fresca e verde.

Come raggiungere il Parco delle Foreste Casentinesi

Raggiungere le foreste casentinesi unicamente via treno non è possibile, ma si rende necessaio raggiungere la stazione di Forlì per poi passare all’autobus. Si prende la linea 132 di Start Romagna con direzione Santa Sofia. Sono previste oltre 20 fermate, per un percorso che richiede circa 2 ore da Forlì a Campigna. Si, certo, è lungo: ma il panorama affascinante ne vale la pena sai!

In auto, dalla Romagna devi comunque raggiungere Forlì e da lì seguire per Meldola, Civitella, Santa Sofia.

L’abitato di Corniolo si trova a 600 metri slm e, successivamente, quello di Campigna è a 1000 metri slm. Superando Campigna si raggiunge il Passo della Calla (1200 metri slm). Alle altezze ragguardevoli si abbinano foreste rigogliose e secolari di faggi, abeti e castagni. Il fresco è assicurato!

Quanto dista Campigna dai principali centri romagnoli (in auto)

  • Forlì – Campigna: 65 Km (1h e 20 minuti circa)
  • Ravenna o Imola – Campigna: 95 Km (1h e 45 min ca)
  • Rimini – Campigna: 100 Km (2 h circa)

Dove mangiare a Campigna e Corniolo: ristoranti, bar e osterie (e anche, in parte, dove dormire)

Appena arrivati a Campigna dove mangiare? Se cerchi un pasto veloce, Alpen Bar è perfetto

Dopo una giornata all’aria aperta, tra escursioni, laghi e attività sportive, non c’è niente di meglio che sedersi a tavola e gustare la cucina montana tipica di quest’angolo di Romagna-Toscana e i prodotti tipici della zona. A Campigna e Corniolo troverai diversi locali dove poter fare un’esperienza gastronomica indimenticabile, tra sapori genuini e atmosfere accoglienti.

Se vuoi approfondire la cosa, uno degli articoli più letti di Piadina Story è dove mangiare sui passi dell’appennino Tosco Romagnolo

Eccoti i miei suggerimenti per ristoranti, bar locande e osterie dove mangiare tra Campigna e Corniolo:

  • Bar Alimentari osteria Renzi (località Berleta): ambiente senza pretese e molto casalingo, da bottega di una volta, che a me piace tanto! Perfetto per fermarsi prima di una giornata di trekking per farsi preparare deliziosi panini espressi col buon pane e prosciutto toscani della zona. Ma anche indicatissimo per una sosta alla fine dell’escursione, rientrando verso casa: regalati un bel piatto di tortelli. Credimi: TOP!
  • Agriturismo Fangacci (alle porte di Corniolo, nel comune di S. Sofia) – pernotto: YES-: bellissimo agriturismo immerso nella collina ai piedi di Campigna, perfetto per merende robuste o comunque per concedersi la genuina bontà dei prodotti tipici! Agriturismo Fangacci Facebook
  • Bel Posto (Corniolo): specialità gastronomica del territorio sono i “tortelli alla lastra”. Qui al Bel Posto non puoi non provarli! La forma può ingannare e ricordare i crescioni (o clazoni, o cassoni) ma non è così: Sono molto più leggeri e delicati, una vera delizia. Bel Posto Facebook
  • Forno Amadori (Corniolo): il forno del paese famosissimo per i buonissimo pane montanaro (io ho una vera passione per quello tondo), la fantastica ciambella della Rina (attenzione: col latte freddo dopo un’escursione è una vera manna) e la piadina con l’uva.
  • Ristorante Pizzeria Pini (Corniolo) – qui è possibile pernottare-: il ristorante proponi ottimi piatti locali (in periodo di porcini ti consiglio di piantare le tende!!!) e tutti i weekend propone la famosissima pizza di Golo. Impasto croccante e sottile, le pizze speciali sono tutte ispirate ai poderi e alla storia locale! La mia preferita? Pian d’Arcai! Scopri com’è! Ristorante Pizzeria Pini Facebook.
  • Locanda Palazzo Michelacci (Corniolo)– qui è possibile pernottare-: fermarsi in locanda è un’esperienza! Innanzitutto per i due titolari! Grandissimi amanti e conoscitori delle montagne e rifugi, sapranno affascinarti con le loro esperienze pazzesche e credimi: anche il divertimento è assicurato! Il ragù, qui, è spaziale. Se poi lo trovi abbinato ai tortelli, la goduria è assicurata! Locanda Palazzo Michelacci Facebook
  • Locanda da Gigino (Corniolo) -anche qui puoi trovare camere- locale storico e tipico: in estate la fantastica terrazza sui monti, sotto il pergolato di vite, è una vera carezza! Locanda da Gigino Facebook
  • Hotel Leonardo (Corniolo, località Lago) – qui puoi pernottare-: incastonato ai piedi dei percorsi di trekking e cicloturistici più belli, offre molti servizi. La cucina è romagolo-toscana, sempre molto curata e di qualità! Hotel Leonardo Facebook
  • Alpen Bar (Campigna): all’ingresso di Campigna vieni accolto da due abbracci: quello dell’aria frescolina del bosco e quello del profumo di piadina dell’Alpen Bar! Meta di tutti i trekker, motociclisti, ciclisti che passino da qui! Cortesia, panini (ovviamente: piadine!!!) e tanta cortesia serviti sotti una fresca veranda, nel bosco! Alpen Bar Facebook
  • Hotel Scoiattolo (Campigna) – qui puoi pernottare-: immerso nella foresta di Campigna, struttura romantica in legno che ricorda tanto le vacanze dei nostri nonni! Si mangia sempre divinamente in tutte le stagioni. In estate si può pasteggiare anche all’aperto! Hotel Scoiattolo Facebook
  • Ristorante I faggi (Passo della Calla): proprio accanto al grande parcheggio in sommità del Passo della Calla (1296 metri s.l.m., quindi si sta freschissimi!!!): noi qui ci diamo alla pazza gioia con le lunghissime tagliatelle (e dire che ce ne intendiamo) e i tortelli. In estate si può mangiare anche sui tavoli all’aperto! Ristorante I faggi Facebook
  • Chalet la Burraia – è possibile pernottare-: qui sei già a 1360 metri di altitudine, quindi se altezza è mezza bellezza che dire? Immerso nella meravigliosa foresta del casentino, lo Chalet La Burraia è la meta di chi voglia stare al fresco e godere della buona e robusta cucina di montagna!
  • Rifugio la Capanna -qui è possibile pernottare-: qui sei a 1480 metri slm, quindi sei in un vero e proprio rifugio alpino! In inverno da qui accanto partono gli impianti di risalita per lo sci, qui sotto l’anello di fondo e tutti i percorsi per le ciaspolate! Tutto qui sa di montagna ed è buonissimo! Rifugio La Capanna Facebook
  • Agriturismo il Poderone -qui è possibile pernottare-: un vero angolo di paradiso! Ad accogliervi prima l’enorme camino (in inverno sempre acceso) e poi la mitica “Lorenzina”. Qui si mangia sempre bene, qui i bambini si divertono sempre e gli adulti piangono ogni volta se ne debbano andare! L’ho già scritto che è un angolo di paradiso? Non aggiungo altro se non…qunado ti siedi a tavola, il mondo fuori scompare! Provare per credere! Agriturismo il Poderone Facebook

Laghi in Romagna: quelli delle Foreste Casentinesi ti faranno innamorare

Il bellissimo bosco immerso nel lago di Poggio Baldi, che si può affrontare in canoa

Cosa fare per stare freschi? Beh, una gita al lago direi che è sempre un’ottima idea! Molti non pensano al grande patrimonio naturale e alla sua varietà che caratterizza la Romagna. Troppo spesso ci si ferma a pensare alla riviera romagnola o alle distese coltivate della pianura interna. Ma a queste altezze montane, lo vedi, trovi boschi lussureggianti, freschi fiumi e torrenti e anche tanti laghi! Tra i laghi di Romagna, questi sono ad altezze considerevoli, quindi la frescura è assicurata! eccoti l’elenco:

  • Lago di Ridracoli: si tratta di un enorme invaso artificiale ottenuto, negli anni ’80, con lo sbarramento del Fiume Bidente di Ridracoli e del Rio Celluzze. Qui è possibile fare escursioni in battello e canoa, mountain bike, e-bike e trekking. Clicca qui per maggiori informazioni su cosa fare a Ridracoli
  • Lago di Poggio Baldi: questo non devi assolutamente perdetelo. Una vera e propria perla nascosta! Il lago si è formato nel 2010, in seguito a una frana enorme che ha deviato il percorso del fiume Bidente. Da qui la formazione di un lago che è andato a invadere un vero e proprio bosco. Oggi, quindi, chi vi si avventuri in canoa prova la grande esperienza di pagaiare fluttuando in una foresta. Ti consiglio di seguire Camminate Fotografiche, che organizza bellissime escursioni in canoa e trekking!
  • Lago di Valbonella: a 700 metri s.l.m. il bellissimo giardino botanico di Valbonella si specchia nel piccolo lago che rende questo panorama fatato. Il Giardino botanico di Valbonella ti offre la possibilità di scoprire le piante e gli ambienti appenninici in modo facile e divertente. Potrai seguire tre percorsi visita che ti mostreranno le specie e le loro caratteristiche, con cartellini informativi che ti spiegheranno come si sono adattate al clima e al territorio. I percorsi sono stati studiati per farti conoscere i 12 ambienti diversi che si trovano o sono stati ricreati nel Giardino. Centro Turistico e di Educazione Ambientale di Valbonella Facebook
  • Lago degli Idoli: a 1380 metri s.l.m., questo lago non è solo bellissimo, ma un vero e proprio racconto di storia locale. Il lago degli Idoli è situato sotto il Monte Falterona, vicino alla sorgente dell’Arno. Gli Etruschi, che avevano una grande venerazione per l’acqua come fonte di vita, hanno qui lasciato molti reperti che oggi ci testimoniano il loro culto e il loro modo di vivere. Se sei appassionato di archeologia o semplicemente di paesaggi incantevoli, non perderti una visita a questo lago e al Monte Falterona. Ti aspettano bellissime escursioni tra boschi e panorami mozzafiato. Lago degli Idoli Monte Falterona Facebook

SPOILER ALERT: segui i profili che ti ho segnalato come un lagotto segue il tartufo! Eh si, sono tutti molto attivi, ogni giorno arrivano nuove date e nuovi eventi. Ad esempio Camminate Fotografiche probabilmente organizza 2 nuovi canoa Treck nel lago Poggiobaldi per il 26 e 27 agosto!

Cosa fare a Campigna e Corniolo: sport, cultura e relax

I prati della Burraia, percorso che porta verso il crinale in direzione Monte Falterona

Da fare, in estate, c’è tantissimo. qui di seguito ti do qualche idea, ma ti consiglio di consultare bene il sito web del Parco delle Foreste Casentinesi per informarti delle tante opportunità. Ecco qui le migliori escursioni e attività da fare in estate nelle colline casentinesi, secondo l’esperienza piadinara:

  • Noleggiare e-bikes per scoprire i percorsi di mountain bike delle foreste casentinesi. Puoi trovare mezzi a noleggio sia a Corniolo, presso il Forno Amadori, sia in Campigna, presso l’Info Point in Campigna. ALERT: qui sei in montagna, non è quindi un contesto da affrontare se non hai alcuna esperienza di mountain biking! Noleggia responsabilmente!
  • Fare passeggiate, anche con passeggini o sedie a rotelle: ci sono tantissimi percorsi di trekking più o meno semplici. Io qui ti consiglio una meravigliosa passeggiata da fare anche se hai i bimbi piccoli, magari in passeggino o idonea anche per chi sia avvalga della sedia a Rotelle. E’ il percorso Campigna Cullacce, lungo circa 5 km. Parte dal parcheggio davanti allo Scoiattolo e si segue l’indicazione “Cullacce”: il percorso è pianeggiante, ben battuto e senza radici, facile da percorrere sia a piedi che in bicicletta.
  • Visitare un giardino botanico: il giardino botanico di Valbonella
  • Fare il bagno al fiume in un contesto attrezzato: a Corniolo, l’area balneabile località casetta ti permette di nuotare nel fiume in un contesto sicuro e attrezzato con sedute, panchine e tavoli da campeggio. Servito da un piccolo parcheggio, perfetto per rinfrescarsi!
  • Regalati un tuffo nella storia presso il bellissimo Museo civico Monsignor Domenico Mambrini
  • Campeggiare: a Corniolo c’è il bellissimo Campeggio Vivaio, inoltre nella zona ci sono diverse aree sosta e aree atrezzate

Corniolo e Campigna sono perfetti per trovare fresco e relax

Luglio è il mese perfetto per raccogliere i mirtilli nei prati e lungo i percorsi tra Corniolo e Campigna

In questo articolo ti ho parlato di Campigna e Corniolo, due borghi delle colline toscoromagnole dove trovare fresco e natura in Romagna. Ti ho dato dei consigli su come raggiungerli, dove mangiare, dove dormire, quali laghi visitare e quali attività fare. Ma la cosa migliore che tu possa fare è andarci, metterti un bel paio di scarponi ed esplorare! Visitare Campigna e Corniolo in estate è un’ottima scelta per chi vuole scoprire un angolo di Romagna diverso dal solito, tra storia, cultura e natura. Potrai respirare aria pura, ammirare paesaggi incantevoli, assaporare la cucina montanara della Romagna-Toscana e fare tante esperienze divertenti ed interessanti.

Corniolo e Campigna sono le mete perfette per trascorrerci le vacanze, ma anche per un weekend o una singola giornata di refrigerio estivo!

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo sui tuoi social o lascia un commento!

Piadina Story è il blog che ti racconta la Romagna Autentica, seguimi anche su Instagram e goditi la Romagna dei romagnoli! A presto!

Per approfondire

Sono Elena Resta, abito a Lugo di Romagna, nella mia amatissima provincia di Ravenna. Mi occupo di web marketing e strategie narrative. 

Ultimi articoli